Addio, “giostrina”

La struttura di via Roma che sarà rimossa dopo le Feste

Era diventata quasi un elemento di arredo urbano, uno scorcio d’orizzonte al quale i segratesi avevano fatto l’abitudine e che ora si appresta a… levare le tende. La “giostrina”, quella tra via Roma e Piazza San Francesco, verrà smantellata appena dopo le feste natalizie; questo stabilisce una delibera che ha modificato la convenzione con la società EPS, quella che gestisce il lunapark di Novegro.

Era lì dal 2014, sarebbe dovuta restarci per dieci anni, ma ora sparirà; al suo posto forse una piazzola con le panchine (se le condizioni del terreno sottostante lo consentiranno) o magari un’area verde. La convenzione di cui sopra ora prevede che per due Natali, compreso quello alle porte, EPS versi un contributo di 25mila euro per le luminarie (quelle già montate nei giorni scorsi sono costate circa 40mila euro, ndr) e che garantisca uno sconto più alto (50% a fronte del precedente 30%) ai segratesi che usufruiranno della pista di pattinaggio, che anche quest’anno sarà sistemata accanto al lunapark. In piazza, accanto al Verdi, stavolta dovrebbero trovare spazio mercatini dal sapore più… natalizio rispetto ai tappeti elastici dello scorso anno, che avevano fatto storcere il naso a più di qualcuno.

Il Natale segratese si accenderà domenica 2 dicembre, quando alle 17 si illuminerà l’abete di Piazza 25 Aprile, ancora una volta grazie alla sponsorizzazione del “Bar Centrale”. Per le luminarie, oltre a EPS come detto, in campo anche il Parco Esposizioni.

Be the first to comment on "Addio, “giostrina”"