Ciclista ucciso sulla Cassanese, si è costituito l’investitore

Il fotogramma che immortala l'auto pirata che ha provocato l'incidente e la morte di Dorin Ispas, 28 anni

Si è costituito venerdì 14 dicembre l’automobilista che ha investito e provocato la morte del giovane Dorin Ispas, 28 anni, travolto sulla Cassanese mentre andava al lavoro in bicicletta. Si tratta di un operaio italiano di 38 anni incensurato, che si è presentato intorno alle 20 alla stazione dei carabinieri di Segrate. Al momento non avrebbe riferito dettagli sulla dinamica dei fatti. Poche ore prima, i carabinieri avevano reso pubblico un fotogramma dell’auto coinvolta nell’incidente, una Alfa 159, che era stata individuata grazie alle telecamere presenti in zona.

L’uomo a bordo della sua auto aveva travolto il giovane ciclista poco prima delle 6 del mattino di mercoledì 13 dicembre, pochi metri prima della rotonda dell’aeroplanino all’ingresso di Segrate. L’urto era stato così violento da sbalzare il ciclista oltre i teloni che delimitano l’area di cantiere della viabilità speciale dalla carreggiata della Cassanese. L’automobilista non si era fermato e il ritrovamento del corpo senza vita della vittima era avvenuto intorno alle 10,30, dopo l’allarme lanciato dai parenti preoccupati dal fatto che il ragazzo non si trovasse sul posto di lavoro e non rispondesse alle chiamate.

Be the first to comment on "Ciclista ucciso sulla Cassanese, si è costituito l’investitore"