Futura Segrate avanza tra campi, stadio e… tv: «Il motto? Giocate per divertirvi, divertitevi giocando»

Alcuni atleti della Futura Segrate durante la visita allo stadio Meazza

Superato il traguardo di 50 tesserati fra atleti, dai piccoli amici fino agli esordienti, dirigenti e collaboratori. Cresce con successo il progetto, nato solo un anno e mezzo fa, della Futura Segrate, partito da Novegro e proseguito a Segrate Centro con l’intento di garantire a tutti i ragazzi la possibilità di giocare senza preclusioni di alcun tipo.

«Il nostro motto – dice il presidente e fondatore della società Vincenzo Moschella – è “Giocate per divertirvi. Divertitevi giocando”. Nessuna selezione o provino. L’obiettivo principale è quello di favorire la nascita di momenti di aggregazione e socializzazione tra i ragazzi senza essere assillati dal pensiero del risultato». E non solo al maschile. «Abbiamo tre ragazzine molto brave – prosegue – che si stanno mettendo in mostra. Claudia De Napoli ha da poco partecipato a una selezione regionale under 15 femminile. Matilda Patuano sta facendo uno stage per l’Inter. Ed Allia Ledda, nonostante la giovane età (2009), è molto promettente e si sta distinguendo con i pari età maschi».

Il tutto grazie a una struttura entrata pienamente a regime. «Abbiamo un’organizzazione – continua il numero uno – sempre più ampia con molti collaboratori, tutti volontari, che conoscono il mondo del calcio e ci mettono impegno e passione. Senza di loro sarebbe impossibile andare avanti. La nostra sede organizzativa è in via Grandi 28 a Segrate, presso il Circolino. I ragazzi si allenano due volte a settimane (martedì e venerdì) al campo del 25 aprile e giocano le partite al Pastrengo. Chiunque volesse provare, troverà un ambiente amichevole dove il divertimento è assicurato».

Ma i momenti di divertimento e condivisione proseguono anche al di fuori dal terreno di gioco. E dopo la prima uscita al “tempio del calcio”, lo stadio Meazza, è arrivata anche una divertente apparizione televisiva. «Alcuni nostri ragazzi – spiega Moschella – hanno partecipato alla registrazione di Junior Gol di Telenova. Un quizzone dove si affrontano di volta in volta giovani squadre della Lombardia in una sorta di torneo ad eliminazione diretta su domande sul calcio. Due settimane fa abbiamo superato il turno contro l’Atletico Milano e adesso i ragazzi non vedono l’ora di ritornare a fine marzo sul piccolo schermo per i prossimi incontri».

Non dimenticando anche l’iniziativa “Cosi l’ha visto il Mario”, un concorso letterario rivolto a tutti i ragazzi residenti a Segrate nati tra il 2006 e il 2010. «I ragazzi saranno impegnati con racconti brevi sul mondo del calcio e poi, in occasione della giornata di conclusione dell’attività, saranno premiati quelli che si sono distinti per ironia, personalità e contenuto».

Be the first to comment on "Futura Segrate avanza tra campi, stadio e… tv: «Il motto? Giocate per divertirvi, divertitevi giocando»"