Drive-In all’Idroscalo: un’estate alla Happy Days

Il rendering di come sarà il cinema all'aperto per 54 auto all'Idroscalo

Le proiezioni “fuori sala” del Cinema Bianchini conquisano l’Idroscalo. Dal 24 maggio al 30 settembre, infatti, al Mare di Milano prenderà vita un drive-in in piena regola, roba da “Happy Days” tanto per intenderci. O “Grease”. File di auto parcheggiate davanti al maxischermo, buio obbligato e occasione buona per pomiciare o quantomeno per provarci. Magari non sarà proprio così, che gli anni ‘50 sono ormai lontani, ma l’atmosfera un po’ vintage promette di non lasciare indifferenti gli spettatori nella sala di 54 posti… auto.

Ogni venerdì, sabato e domenica alle 21.30, dal 24 maggio, sarà possibile assistere alla proiezione di un film “d’annata”. Dieci euro a persona il prezzo del biglietto di ingresso.

Si parte da “Borotalco” in programmazione venerdì 24 con la comicità evergreen di Carlo Verdone, si continua con film cult della library Mediaset in collaborazione con Infinity (tutta la programmazione con qui). Da non sottovalutare l’attenzione che il patron del Cinema Bianchini, il 29enne Edoardo Scarpellini, ha voluto garantire alla fruizione dei clienti da un punto di vista tecnologico. Il maxischermo, di 12 metri per 7, arriva dalla Germania ed è gonfiabile, in modo da reagire prontamente a eventuali scherzi del meteo; mentre per l’impianto sonoro si è optato per un effetto diffuso su tutta l’area dell’ingresso delle tribune che sarà appunto teatro del drive-in in salsa milanese (e segratese).

Ma non è tutto. Oltre ai film da guardare seduti in macchina, l’estate dell’Idroscalo proporrà, sempre grazie al Cinema Bianchini, a partire dal 31 maggio, un altro spazio chiamato “In Spiaggia”.

Ogni venerdì, sabato e domenica alle 21.30, dal 31 maggio, nella spiaggia di Punta dell’Est schermo open air, sessanta sedie a sdraio, biglietto 10 euro.

Cinema in Spiaggia a Punta dell’Est

Una stagione da… Oscar per un Idroscalo che, dopo la svolta griffata Cap, prosegue il suo rilancio, esce dalle secche ancora un po’. E lo fa proponendo lo stile americano degli anni del boom, quello dei ragazzi che fissavano quello schermo gigante e allungavano un braccio oltre il poggiatesta, sperando che anche lei stesse facendo finta di guardare il film…

Be the first to comment on "Drive-In all’Idroscalo: un’estate alla Happy Days"