Un’arnia nel nuovo giardino Megalizzi

Un esempio di arnia (foto tratta dal Blog delle Api)

Da questa mattina si sta lavorando alacremente tra via Fratelli Cervi e via Cassanese per “tirare a lucido” lo spazio verde che diventerà il nuovo Giardino Megalizzi. Sabato 18 maggio alle ore 11 ci sarà la cerimonia ufficiale di intitolazione al giovane reporter ucciso durante l’attentato di dicembre a Strasburgo. All’evento saranno presenti i familiari del giornalista e diverse personalità del mondo politico come la deputata Maria Elena Boschi e l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Alla cerimonia parteciperanno anche il Parroco di Milano 2 Don Angelo Zardoni e Ali Abu Shwaima, Presidente del Centro Islamico di Segrate che si trova proprio di fronte al giardino.

Questo fazzoletto di terra continua ad essere al centro di grandi polemiche e scontri politici proprio per la sua destinazione. È infatti in questo prato che sarebbe dovuto sorgere il centro commerciale che l’amministrazione Micheli ha portato qualche centinaio di metri più in là, in fronte alla rotonda dell’Esselunga.

Nel neonato giardino sono state piantati alberi e aiuole fiorite, ma non solo loro troveranno spazio in questo terreno. Sabato verrà posizionata anche un’arnia, al momento solo simbolica, ma che nei giorni successivi ospiterà lo sciame di api recuperato a inizio mese all’esterno della scuola di Redecesio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Si tratta di una famiglia di api – spiega Julien Buratto, l’apicoltore che ha effettuato il recupero – di circa 20mila componenti“. “Ovviamente si provvederà a creare una zona di rispetto intorno all’arnia – spiega l’Assessore all’Ambiente Santina Bosco – in modo che non si creino situazioni potenzialmente critiche, ma ci tengo a sottolineare che le api non sono pericolose”. “Vero – conferma Buratto – le api fanno il loro lavoro, non sono “interessate” agli umani, basta rispettarle non toccando l’arnia e non mettendosi davanti a intralciare il loro volo. D’altra parte – continua – l’ape è un simbolo per Segrate visto che si trova sullo stemma comunale e il più alto riconoscimento segratese è proprio l’ “Ape d’Oro”. Inoltre – spiega – è un bio-termometro della condizione ambientale: monitorando se e quanto miele producono possiamo capire le condizioni dell’ambiente in cui viviamo”.

Be the first to comment on "Un’arnia nel nuovo giardino Megalizzi"