Viaggio nella nuova stazione M4 Linate

Dentro il cantiere della nuova linea blu della metropolitana

Un passo nel futuro. Un breve viaggio nei sotterranei della stazione di Linate per esplorare la fermata della linea M4 che per prima aprirà i tornelli tra poco più di un anno e mezzo. È stata  numerosissima la folla di curiosi che dalle prime ore di sabato 25 maggio si è accodata davanti alla porta 8 degli arrivi dell’aeroporto, punto di partenza del breve tour, in occasione dell’open day al cantiere del capolinea della linea blu della metropolitana di Milano. Guidati dai tecnici e addetti ai lavori, i visitatori a gruppi di 25 per volta, si sono immersi nella realtà del futuro, un futuro ormai prossimo, per ascoltare dettagli, informazioni, segreti e osservare coi propri occhi come sarà la città del domani, almeno dal punto di vista dei trasporti e dell’impatto ambientale. La data del battesimo c’era già ed è stata confermata una volta di più dall’Assessore alla Mobilità del Comune di Milano Marco Granelli. «Siamo in linea con il cronoprogramma e nel complesso al 70% degli scavi completati – ha ribadito – Il primo segmento della M4 sarà aperto al pubblico a partire da gennaio 2021». Si tratta del corridoio di tre fermate tra l’Aeroporto di Linate, Quartiere Forlanini e la stazione di Forlanini Fs, dove sarà possibile incrociare il passante ferroviario. 

Realizzazione delle gallerie terminata, i binari già posizionati, la struttura in fase di completamento, le porte scorrevoli allestite sulle banchine – che garantiranno più sicurezza ai viaggiatori, sul modello della M5, la “lilla” – e il soffitto della stazione sarà coperto interamente da vetrate, in modo da far penetrare la luce naturale all’interno con l’opportunità di «avere un contatto diretto con la città», hanno spiegato i progettisti, raccontando anche le innovazioni del sistema innovativo di guida automatica, senza conducente, e della tecnologia molto avanzata di gestione intelligente del traffico che garantiranno ai passeggeri il massimo livello di sicurezza possibile, assicurando l’incolumità e azzerando il pericolo di cadute e di incidenti. I treni, il cui primo proveniente dallo stabilimento Hitachi di Reggio Calabria verrà calato nel sottosuolo di Linate tra la fine di questo mese e l’inizio di luglio, viaggeranno a regime di uno ogni 90 secondi e saranno dimezzati i tempi per raggiungere il cuore di Milano. «Da Linate a San Babila ci si impiegherà un quarto d’ora», assicura il presidente di M4 Fabio Terragni. Un cambiamento epocale e un impatto dell’opera sulla mobilità significativo, che avvicinerà Milano a standard qualitativi paragonabili a quelli delle maggiori città europee. «Si tratta di un completamento dei mezzi di trasporto. Con la sue entrata in funzione la M4 da un lato sarà la porta d’ingresso della città – ha detto l’assessore Granelli – e dall’altro ridurrà notevolmente il carico di autoveicoli in strada, riducendo il traffico e le emissioni di CO2. è stato fatto un ragionamento complessivo sulla mobilità di Milano». Un ragionamento che tiene conto dell’esigenze di chi proviene da Segrate con la prospettiva di parcheggi per chi lascia la macchina per prendere il metrò e anche del cosiddetto “Kiss and Ride”, area in cui è prevista la fermata dei bus e una sosta rapida dei mezzi privati per il tempo strettamente necessario a far salire o scendere dall’auto i passeggeri, che costituirà «una cerniera funzionale allo scambio tra i flussi di trasporto», dice Guido Mannella, presidente Consorzio costruttori MM4. E anche l’Idroscalo rappresenterà sempre di più il Mare dei Milanesi. «Sarà a portata di mano – conclude Granelli – facilmente raggiungibile e parte integrante di Milano». Prima tappa fissata quindi per il gennaio 2021. Ma il conto alla rovescia per la tratta finale è ancora lungo: nella primavera 2022 si viaggerà verso Dateo, poi in inverno dello stesso anno a San Babila e nel luglio 2023 il percorso comprensivo di 21 stazioni e 15 km giungerà finalmente a compimento con la fermata di San Cristoforo, che collegherà la zona ovest di Milano, ultimo atto, per ora, della M4 in attesa di novità di un possibile prolungamento a Segrate del metrò.

Be the first to comment on "Viaggio nella nuova stazione M4 Linate"