Prodotti a chilometro zero: dal web a Cascina Commenda

Stare attenti a ciò che si mette nel piatto è uno dei principali segreti per mantenersi in salute. La ricerca degli ingredienti più genuini e più freschi è un’occupazione a tempo pieno che coinvolge sempre più persone; un trend globale verso uno stile di vita più attento all’ambiente e ai consumi.

Da mercoledì scorso, giorno dell’inaugurazione presso la Cascina Commenda, i segratesi hanno un nuovo canale di approvigionamento che va a completare l’offerta di prodotti locali, biologici ed etici portata avanti dal GAS (Gruppo Acquisto Solidale Segrate) nel nostro territorio da oltre 15 anni. Si chiama L’Alveare che dice sì!, una realtà nata in Francia nel 2011 dall’idea di un ingegnere italiano di nome Eugenio Sapora, un franchising presto diffusosi in tutta Europa. «Da quando nel 2014 a Torino venne inaugurato il primo Alveare in Italia è stato un susseguirsi di aperture – ci ha spiegato Veronica Pollastri, giovane gestore della neonata sezione segratese – in tutta la penisola si è diffuso il nostro modello di filiera corta e km zero; dopo Roma, Milano, Firenze, Bergamo, Trieste… Cernusco, Brugherio, ecco Segrate. Oggi gli Alveari italiani sono più di 1500».

Questo slideshow richiede JavaScript.

SI ORDINA ONLINE, SI RITIRA IN COMMENDA DAI PRODUTTORI

Ma come funziona l’Alveare? Tutte le settimane presso Cascina Commenda sarà possibile trovare frutta, verdura, formaggio di mucca e capra, carni di bovino, suino, pollame. A rotazione, circa ogni due settimane, si troveranno invece riso, caffè, marmellate e miele. «Per utilizzare il servizio occorre iscriversi online sul nostro sito – ha spiegato Pollastri – senza alcun costo aggiuntivo per il cliente si possono iniziare ad acquistare i prodotti che verranno consegnati tutti i mercoledì in Commenda fra le 17.30 e le 18.30, direttamente dai produttori nelle mani dei consumatori che così potranno togliersi qualche curiosità e porre domande. L’acquisto avviene solo online e non ci sono quantità minime. Il nostro compito esclusivo come Alveare è quello di offrire una piattaforma per la compravendita e mettere in contatto domanda e offerta di prodotti locali. Attualmente i nostri produttori su Segrate sono 12 e la nostra comunità, a meno di un mese dalla nascita ufficiale, conta già 180 iscritti».

FILIERA AZZERATA

L’Alveare permette ai produttori locali di vendere le proprie merci sulla piattaforma prendendo una percentuale senza passare dalla grande distribuzione; la consegna di tali prodotti infatti avviene senza passaggi intermedi, di fatto azzerando la filiera. Fra i produttori coinvolti, ad esempio, ci sono La casa del Pane di Cernusco sul Naviglio, Aroma Caffè di Cologno Monzese e Azienda Agricola Sirtori Cugini di Rovagnasco. «Faremo anche eventi, degustazioni e nuovi produttori si aggiungeranno – ci ha anticipato Pollastri – Caffè Teatrio che ci ospita è un posto molto bello e nelle nostre corde. Ringraziamo loro per lo spazio e invitiamo tutti a venirci a trovare».

Be the first to comment on "Prodotti a chilometro zero: dal web a Cascina Commenda"