Cani: come affrontare il caldo e i problemi estivi

È importante difendere anche i cani dal caldo

L’estate continua e il caldo delle nostre città è  un compagno che dobbiamo imparare ad affrontare: tantissimi consigli vengono dati per aiutare persone anziane e neonati ma anche i nostri amici animali, soprattutto i cani, meritano attenzione in questi mesi bollenti. Ecco alcune preziose “dritte” fornite delle dottoresse dello Studio Veterinario segratese Ersi e Sinigaglia (qui e qui altri consigli)

ATTENZIONE AI COLPI DI CALORE

Avete sicuramente sentito parlare del colpo di calore: i cani infatti non hanno la capacità di abbassare la loro temperatura tramite il sudore come l’uomo, perciò nel momento in cui il calore corporeo diventa eccessivo può causare gravi danni che possono divenire letali se non si interviene, soprattutto per i cani dalla respirazione rumorosa come bulldog, carlini e shitzu. È bene dunque portare i nostri amici a fare delle passeggiate nelle ore più fresche della mattina e della sera, evitare di portarli a spasso sotto il sole e se non avete altra scelta bagnarlo molto prima di esporlo non esortandolo a correre e fare sforzi fisici: pensate di camminare a piedi nudi sull’asfalto rovente di mezzodì… anche se i loro polpastrelli sono più resistente della nostra pelle, possono ustionarsi  e rendere doloroso anche il solo camminare al nostro amico che non si arrende davanti a nulla. Durante la giornata lasciatelo al fresco in un ambiente ombreggiato nel giardino o con aria condizionata e con tanta acqua fresca a disposizione. Non pensate di aiutarlo rasandogli il pelo perché il pelo stesso è comunque una protezione dai raggi ultravioletti e  un termoregolatore, potete al massimo accorciarglielo leggermente. Aggiungete nella razione di cibo una porzione umida o dell’acqua per idratarlo ulteriormente e snack freschi come frutta e verdura saranno sicuramente moto graditi. Se il vostro cane dovesse cominciare a respirare rumorosamente e vi appare molto affannato e caldo, bagnatelo sulla testa, mettete un po’ di alcool sugli arti per aumentare la termodispersione e avvolgetelo in coperte bagnate. I più audaci potrebbero misurargli la temperatura rettale: in caso di colpo di calore, sopra i 40 gradi, portarlo subito dal veterinario! 

OCCHIO AI FORASACCHI 

Che bello vedere saltellare il vostro cane tra i prati, ma come molti di voi sanno sono molto presenti in questa stagione ai lati delle strade e nei parchetti i cosidetti forasacchi, l’orzo selvatico. Le spighe di queste piante hanno un grande capacità di attaccarsi al pelo del cane, di forare la cute e continuare il loro cammino nel sottocute di tutte le parti del corpo creando infezioni. Orecchie e naso sono i loro luoghi preferiti: starnuti improvvisi o continui scuotimenti delle orecchie possono essere il segnale di allarme, perciò alla fine di ogni passeggiata abbiate la pazienza di controllare il mantello del vostro animale per evitare che questi vegetali combinino grossi guai. 

NON TRASCURARE I DISTURBI

Il caldo porta con sé maggiori momenti di condivisione con il nostro amico, passeggiate in montagna o gite per un tuffo nell’acqua salata, ma purtroppo la salute dei nostri pelosi subisce maggiori rischi rispetto alla stagione fredda, per traumi, ferite, bisticci con altri cani,  ma anche sbalzi termici che possono causare gastroenteriti, tosse o raffreddori che se di lieve entità tendono ad autorisolversi ma se l’animale è lievemente debilitato possono essere più aggressivi e richiedere l’aiuto del veterinario di fiducia. 

Be the first to comment on "Cani: come affrontare il caldo e i problemi estivi"