Guerra alle “tag”. Volontari ripuliscono i muri

Volontari di Retake Milano al lavoro per togliere i graffiti

“Retake Milano”, l’associazione che lavora per il decoro urbano nel capoluogo lombardo, è arrivata al confine con Segrate. Pulizia dei muri dai graffiti, ma anche iniziative nelle aree verdi; un… recupero totale di spazi, una voglia di condividere la cura della città in tutto e per tutto. La realtà guidata dal presidente Andrea Amato, anche grazie alla partnership con Samsung che ha condiviso con “Retake” il proprio impegno sul territorio,

ha ritinteggiato il perimetro del Saini, il centro sportivo di via Corelli, e ripulito parte del Parco Forlanini grazie al “plogging”, l’attività che abbina la raccolta dei rifiuti all’esercizio fisico.

Retake organizza periodicamente interventi di “Clean Up” nei diversi quartieri della città, in cui gli stessi cittadini contribuiscono attivamente al decoro dello spazio dove vivono.

“Per raggiungere i nostri obiettivi – spiegano – ripuliamo i quartieri e ripristiniamo i muri, o ‘ce ne ri-approriamo’ (retake), oltre a lavorare per indurre nei milanesi di tutte le età la consapevolezza e l’interesse a prendersi cura della città”.

«Come amministrazione comunale – ha messo a referto l’assessore alla Cittadinanza attiva, Lorenzo Lipparini – siamo soddisfatti per il successo di Retake e di altri patti di collaborazione che abbiamo recentemente regolamentato».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Be the first to comment on "Guerra alle “tag”. Volontari ripuliscono i muri"