Dal Comune 200mila euro alle parrocchie segratesi

La canonica della Chiesa di Santo Stefano, a Segrate Centro, in fase di ristrutturazione

Un contributo comunale di 200mila euro alle parrocchie di Segrate, per lavori di ristrutturazione, manutenzione e restyling di edifici e attrezzature. È questo l’importo stanziato dall’amministrazione comunale per il 2019, come prescritto dalla legge regionale 12/2005 sull’urbanistica che prevede l’obbligo di destinare alle strutture sul territorio adibite a servizi religiosi almeno l’8% delle somme riscosse l’anno precedente per oneri di urbanizzazione secondaria.

I fondi sono distribuiti dal Comune secondo un ordine di priorità degli interventi – tenendo in considerazione il quadro complessivo dei contributi dell’ultimo decennio – stilato dal prevosto di Segrate, Don Stefano Rocca, assieme altri parroci della città.

La fetta più grande del paniere di contributi comunale, 80mila euro, andrà quest’anno alla Parrocchia Santo Stefano di Segrate Centro, impegnata nella ristrutturazione dell’ex canonica per il progetto “Casa Mamre”, dimora di accoglienza per famiglie di persone ricoverate negli istituti di cura sul territorio oltre che alloggio per progetti di esperienze comunitaria tra i giovani parrocchiani.

Una somma di 50mila euro sarà invece disponibile per Padre Massimo Proscia, della Parrocchia Sant’Ambrogio ad Fontes del Villaggio Ambrosiano, per “manutenzione straordinaria edifici e aree parrocchiali”. Proprio in questi mesi è infatti partito il cantiere per la realizzazione di una tensostruttura per le attività dell’oratorio oltre che di Sportsteam, che proprio in parrocchia porta avanti un’attività molto partecipata di scuola calcio a 5.

Un contributo di 50mila complessivi per Don Alberto Lucchina, distribuito equamente tra la Parrocchia Beata Vergine Immacolata di Lavanderie – per la realizzazione di un portico, per nuovo edificio parrocchiale e per l’ascensore interno – e la Parrocchia Madonna del Rosario di Redecesio, destinata alla realizzazione dell’impianto di riscaldamento per l’edificio parrocchiale e per l’illuminazione della chiesa.

Per lavori di ristrutturazione generale  saranno disponibili 25mila euro poi per la Parrocchia Sant’Alberto Magno di Novegro, affidata ad interim al prevosto Don Stefano Rocca, che rimarrà in città fino a settembre per trasferirsi poi a Milano.

Be the first to comment on "Dal Comune 200mila euro alle parrocchie segratesi"