Addio a Carlo Besia, “papà” della storica ferramenta di Segrate

Carlo Besia dietro al bancone della storica bottega di Conte Suardi, in Centro

Il suo negozio è sempre stato una istituzione a Segrate: un punto di riferimento per chi cerca chiodi, bulloni e tutti gli strumenti per il fai da te. Insomma tutto ciò che si può trovare in una fornitissima ferramenta, di quelle sempre più rare al giorno d’oggi. Carlo Besia l’aveva aperta oltre 50 anni fa, nel 1964, quando via Conte Suardi era poco più di una strada di campagna. Nel tempo ha visto crescere intorno alla sua bottega una intera città. Lui è rimasto sempre al suo posto, dietro il bancone, con la moglie Giuseppina e i due figli, Pinuccia e Roberto, colui che oggi porta avanti l’attività del papà.

Originario della provincia di Cremona, Besia si era trasferito a Segrate nel 1955, inizialmente lavorando come tranviere, ma con l’idea di “mettersi in proprio”, come era il sogno negli anni del boom: all’inizio il suo era un negozio di mobili trasformato poi negli anni in un ferramenta e casalinghi. Dalla sua porta sono passate generazioni di segratesi che se lo ricordano sempre disponibile e pronto a dare un consiglio.

Domenica 25 agosto Carlo Besia, a 91 anni, se ne è andato, lasciando molta commozione in tutti coloro che l’hanno conosciuto. I funerali si svolgeranno martedì 27 agosto alle 10.45 nella Chiesa di Santo Stefano, in centro a Segrate.

Be the first to comment on "Addio a Carlo Besia, “papà” della storica ferramenta di Segrate"