L’avanguardia della dermatologia è made in Segrate

Lo stabilimento LeoPharma inaugurato a settembre dove si producono farmaci per le malattie della pelle

L’edificio in cemento armato, esempio di architettura degli anni 70, è uno dei protagonisti dello skyline segratese. Voluto e fondato 40 anni fa dalla farmaceutica Schering, a cui infatti è dedicata la via – parallela alla Cassanese – sulla quale si trova, è stato poi acquisito da Bayer negli anni 2000 ed ora ha vissuto un ulteriore passaggio di proprietà che l’ha portato ad entrare in un altro grande gruppo farmaceutico internazionale, la Leo Pharma.

Da Bayer a LeoPharma

Sulla facciata dell’edificio ora infatti è visibile il logo della nuova proprietà, che ha inaugurato ufficialmente lo stabilimento il 19 settembre alla presenza di autorità politiche e dirigenti internazionali: presente Giulio Gallera, Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Paolo Micheli, Sindaco di Segrate, Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia e i vertici dell’azienda. Lo stabilimento è entrato a far parte del gruppo danese in seguito all’acquisizione, il 1° luglio 2019, dei farmaci dermatologici soggetti a prescrizione medica di Bayer, tramite un’operazione che, ha dichiarato Leo Pharma “porterà in Italia una crescita di fatturato annuo di circa 23 milioni di euro, stimata nel 2019 in 10 milioni”.

Il sito produttivo segratese è un polo di eccellenza nel settore farmaceutico che impiega oltre 200 persone a cui Leo Pharma ha garantito continuità occupazionale.

“Lo stabilimento”, spiega Lidia Cirillo, Amministratore delegato Leo Pharma Manufacturing Italy “dispone di 5 impianti di produzione del prodotto sfuso e 8 linee di confezionamento. Al suo interno vengono prodotte creme destinate all’uso topico. Grazie ad un ampio magazzino ad elevata automazione, che comprende più di 8.000 posti pallet, il sito distribuisce in tutto il mondo più di 400 presentazioni di prodotto”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segrate polo farmaceutico

Un fiore all’occhiello insomma per Segrate, che vanta tra l’altro numerose altre sedi di prestigiose aziende farmaceutiche. L’Italia, un dato probabilmente poco noto ai non addetti ai lavori, è al primo posto in termini di produzione farmaceutica nell’Unione Europea.“L’Italia è un Paese che spicca a livello mondiale in ambito farmaceutico- ha commentato Erik Vilstrup Lorenzen, Ambasciatore danese in Italia– per la qualità dei suoi prodotti e per il suo impegno in ricerca e sviluppo, ed è giusto premiare queste capacità con investimenti e indotti sul territorio, in grado di generare sinergie virtuose tra i nostri Paesi grazie all’eccellenza danese e quella italiana come dimostra il sito di Segrate ”.

Be the first to comment on "L’avanguardia della dermatologia è made in Segrate"