Insidie d’autunno. Come proteggere i nostri quattrozampe

Anche cani e gatti sentono il cambio di stagione e vanno protetti con i giusti accorgimenti

A cosa prestare attenzione per cani e gatti in autunno? Bisogna considerare che la stagione è cambiata non solo per noi, ma anche per i nostri amici  quattrozampe, e ci sono alcune cose a cui prestare attenzione, poche ma fondamentali. I consigli delle dottoresse dello studio veterinario Ersi e Sinigaglia.

Il cambio del pelo (muta) 

Con l’arrivo dell’autunno sia cani che gatti iniziano a cambiare il pelo in previsione del freddo invernale: ciò accade soprattutto agli amici che vivono all’aperto, mentre chi vive soltanto in appartamento spesso diluisce la muta – meno influenzata dalle stagioni in questo caso – durante tutto l’anno. È quindi buona abitudine spazzolarli di frequente per ossigenare il pelo e favorirne il ricambio, ridurne l’ingestione in special modo nel gatto abituato a lavarsi spesso ed evitare di disperderne troppo in giro per casa; questi consigli valgono anche per i cani a pelo corto, per i quali è sufficiente utilizzare un semplice panno o pettini a denti stretti.

I malanni di stagione

L’arrivo dei primi freddi può causare qualche dolore articolare o fastidi all’apparato respiratorio e intestinale anche negli animali: purtroppo per cani e gatti in autunno sono frequenti i casi di raffreddori e diarrea causati dai cambi repentini delle temperature. Meglio avere sempre un occhio di riguardo quando si tratta di sbalzi termici! Fermenti lattici, integratori articolari e il vaccino, meglio intranasale specifico per parainfluenza e bordetella, possono aiutare. Continuare l’attività fisica, tempo permettendo, è comunque sempre buona cosa per mantenere in salute il nostro cane. Dobbiamo però ricordarci di asciugare bene sia gatto che cane in caso di pioggia! Per gli stessi motivi ricordiamoci di evitare nel limite del possibile ai nostri cani e gatti gli sbalzi di temperatura, soprattutto tra dentro e fuori casa nelle ore più fredde. Ai cani a pelo raso o molto piccoli è buona regola far indossare un cappottino e uscire nelle ore più calde della giornata.

La cura dell’alimentazione

Per aiutare a prevenire i malanni di stagione si può valutare un cambio di alimentazione. L’abbassamento delle temperature porta a un consumo maggiore di calorie, quindi un alimento più calorico può già aiutare i nostri amici in previsione delle temperature più rigide dell’inverno in particolare se vivono all’esterno e non seguono diete specifiche per malattie intestinali o dermatologiche.

Sì agli antiparassitari

Infine continuate ad usare gli antiparassitari contro pulci e zecche perché ormai le temperature non sono più così rigide come un tempo. Ricordatevi che, le pulci in particolare, possono vivere tranquillamente in inverno nelle nostre case grazie al riscaldamento.

A questo punto siete pronti non ci resta che augurarvi un buon autunno e tante belle passaggiate: non fatevi fermare dal clima!

Be the first to comment on "Insidie d’autunno. Come proteggere i nostri quattrozampe"