Chiuse ancora le scuole, riaprono le biblioteche e riprendono i mercati

La scuola Fermi di Via Modigliani chiusa per un'altra settimana come tutte le scuole segratesi e nella zona "gialla"

È stato pubblicato ieri sera (domenica 1 marzo) il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per il contenimento dell’emergenza epidemiologica del Coronavirus COVID-19 valido fino a domenica 8 marzo. Per Segrate questo significa:

  • Sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado. Scuole aperte per lo svolgimento delle funzioni del personale ATA e dei docenti con la possibilità, per i dirigenti scolastici, di attivare modalità di didattica a distanza.
  • Sospensione delle attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere, centri culturali, centri sociali e dei centri ricreativi per giovani o anziani. Resta aperto il CDD di via Manzoni.
  • Sospensione di tutte le manifestazioni organizzate, di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico. Restano dunque sospese tutte le manifestazioni e la programmazione degli spettacoli e degli eventi a Cascina Commenda e al Palasegrate. Resta chiuso Sanfelicinema e sospese le celebrazioni eucaristiche.
  • Restano aperte le chiese ma garantendo ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.
  • Riaprono la Biblioteca di Segrate Centro e le sedi decentrate per il servizio di prestito e restituzione con modalità d’accesso contingentate. Il Centro Culturale Verdi di via 25 Aprile riapre per consentire le attività della biblioteca, ma restano chiuse l’aula studio Ambrosoli e la sala Alloni. Aule studio chiuse anche nei centri civici degli altri quartieri. Nei luoghi in cui l’accesso è consentito, si devono evitare assembramenti di persone e garantire una distanza di sicurezza di almeno un metro. Dalle 9.30 alle 14.30 si potrà accedere alla biblioteca dall’ingresso di via XXV Aprile. Dalle 14.30 alle 18.30 si potrà accedere invece dall’ingresso di Piazza San Francesco.
  • Svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Servizio quindi solo al tavolo.
  • Apertura delle altre attività commerciali, condizionata all’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone. Riaprono i mercati garantendo distanza di sicurezza di un metro tra le persone: oggi (lunedì 2 marzo) ha ripreso l’attività il mercato di via De Amicis, mercoledì le bancarelle saranno a Redecesio e sabato in via 25 Aprile.

A questo link i dettagli del decreto con le misure valide per Segrate.

Be the first to comment on "Chiuse ancora le scuole, riaprono le biblioteche e riprendono i mercati"