Pensioni, ritiro a scaglioni in posta

Poste Italiane ha comunicato che le pensioni del mese di aprile per i pensionati titolari di un Conto BancoPosta, di un Libretto di Risparmio o di una Postepay Evolution, saranno accreditate in anticipo il 26 marzo.

Se però non si può fare a meno di ritirare la pensione in contanti in Ufficio Postale, da questo mese sarà necessario presentarsi agli sportelli secondo questa precisa ripartizione di cognomi:

  • 26 MARZO GIOVEDÌ dalla A alla B
  • 27 MARZO VENERDÌ dalla C alla D
  • 28 MARZO (mattina) SABATO dalla E alla K
  • 30 MARZO LUNEDÌ dalla L alla O
  • 31 MARZO MARTEDÌ dalla P alla R
  • 1 APRILE MERCOLEDÌ dalla S alla Z

Per Segrate occorre presentarsi allo sportello di Segrate centro (via Conte Suardi 69), aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.20 alle 13.35, il sabato dalle 8.20 alle 12.35. La stessa modalità sarà in vigore anche per il ritiro delle pensioni di maggio (pagamenti tra il 27 e 30 aprile) e giugno (pagamenti tra il 26 e il 30 maggio) secondo scaglioni che saranno comunicati.

In posta solo se necessario

Le nuove modalità di pagamento delle pensioni hanno carattere precauzionale e sono state introdotte con l’obiettivo di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti. In questa fase, ciascuno è pertanto invitato ad entrare negli uffici postali esclusivamente per il compimento di operazioni essenziali e indifferibili. Nel caso in cui sia necessario recarsi in un ufficio postale, Poste Italiane ricorda i comportamenti da adottare: indossare dispositivi di protezione personale se possibile; entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti; tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico.

Per info: 800.003322 – www.poste.it

Be the first to comment on "Pensioni, ritiro a scaglioni in posta"