Sanfelicinema: “Riaprire ora? Troppi rischi, ma a settembre ci saremo”

La sala del cinema parrocchiale di San Felice, chiuso per le restrizioni anti-Covid19

Lo storico cinema di San Felice ha scelto di non riaccendere lo schermo “non sostenibile economicamente”

Lunedì 15 giugno era il giorno della “fase3”, quella della riapertura, tra le attività, dei cinema. Ma non sono stati molti i grandi schermi a riaccendersi. Tra questi c’è lo storico Sanfelicinema, prossimo al traguardo dei 50 anni (nel 2022), che resta per il momento chiuso in attesa di poter riprendere la programmazione. «In questo momento ci sono troppe restrizioni e sarebbe rischioso riaprire, anche perché i posti nella nostra sala sarebbero troppo pochi per garantire una sostenibilità economica dell’attività», spiega Raffaella Parodi, che con il papà Luigi (Ghighi) e un folto gruppo di volontari porta avanti l’attività del cinema aperto sin dalla fondazione di San Felice presso la parrocchia del quartiere.

Una prudenza, in questa prima fase del dopo emergenza, accompagnata però dall’entusiasmo in vista della riapertura che, salvo ulteriori restrizioni, è fissata per settembre. «Stiamo già lavorando per riprendere il filo del percorso che si è interrotto a causa del Covid, pensi che pochi giorni prima del lockdown dovevamo debuttare con una nuova iniziativa dedicata ai documentari d’autore, il primo titolo era “Herzog incontra Gorbaciov” – racconta Parodi  mostrandoci la locandina già stampata e rimessa nel cassetto allo scoccare della crisi sanitaria – ecco, riproporremo questa rassegna che rispecchia la nostra idea di un cinema che debba far non solo divertire ma sia anche spunto di riflessione e dibattito. E poi la nostra consueta scelta di pellicole d’essai ma non solo, per rispondere a un pubblico che è sempre più numeroso».

A occuparsi del cinema, che può contare su una sala da 196 posti, un gruppo di volontari che si rinnova («ci fa molto piacere la partecipazione dei giovani del quartiere, che continuano ad avvicinarsi a questa attività», dice Raffaella) e che ha mantenuto il contatto con i clienti anche durante i mesi del lockdown, grazie a un’iniziativa su Facebook: ogni giorno, infatti, sulla pagina di Sanfelicinema, sono stati pubblicati aneddoti e curiosità cinematografici. Se lo schermo di San Felice tornerà ad accendersi dopo l’estate, dovrebbe però tornare in piazza San Francesco quello del cinema all’aperto organizzato dal Comune di Segrate. «Il cinema all’aperto ci sarà, stiamo lavorando su date e programmazione», ha confermato al “Giornale di Segrate” l’assessore alla Cultura Gianluca Poldi.

Be the first to comment on "Sanfelicinema: “Riaprire ora? Troppi rischi, ma a settembre ci saremo”"