Soccorritori cercasi, il corso della Misericordia parte a novembre

Soccorritori della Misericordia di Segrate impegnati in una esercitazione. Il corso per diventarlo dura 8 mesi

Un appello che risuona alto, che porta con sé una richiesta di responsabilità e impegno. Perché gli eroi sono tali proprio in virtù di ciò che fanno e non delle divise o dei lustrini. La Misericordia Segrate, l’associazione di volontari che si occupa del servizio ambulanze, si appresta a promuovere il suo corso per diventare soccorritori, la partenza è fissata per novembre. Inizia in questi giorni la raccolta delle adesioni a questo percorso di formazione che avrà la durata di 120 ore complessive (da qui il richiamo alla necessità di vocazione e impegno) e che si dipanerà nell’arco di otto mesi.

«Ci sono due step – spiega Francesca Finazzi, che da circa tre anni si occupa appunto di preparare i nuovi volontari- Il primo, di 46 ore, si conclude con un esame interno, con la partecipazione di un istruttore regionale, e dà l’abilitazione al trasporto sanitario, una parte non secondaria del nostro lavoro. Il secondo riguarda l’emergenza-urgenza, il lavoro sulle ambulanze e sul campo: massaggio cardiaco, uso del defibrillatore, tirocinio sui mezzi. Così si diventa ufficialmente soccorritori».

I mesi dell’emergenza sanitaria sono stati duri, una prova complicata, soprattutto da un punto di vista psicologico. «Tenete presente che, oltre alla cura dei pazienti e al loro trasporto nei vari ospedali, noi della Mise durante l’emergenza Covid abbiamo avuto un ruolo legato al rapporto con i parenti. Siamo stati l’unica interazione fisica, visto l’isolamento successivo al ricovero; l’ultima immagine del loro caro era quella con noi, verso l’ambulanza. è stata una responsabilità, in parte un peso, per questo dico che per aderire al nostro appello per diventare soccorritori, anche alla luce di quanto accaduto nei mesi scorsi, servono tempo, lavoro, passione ed energia mentale».

Ma l’emergenza Covid ha fatto intravvedere anche spiragli di luce. «Ha svegliato la cittadinanza, il volontariato ha riconquistato uno spazio importante – afferma Finazzi – Servono persone che si spendano per gli altri, l’appello è questo: candidatevi e affrontate questo percorso, richiede impegno ma ripaga ampiamente, lo garantisco».

Il 14 e il 30 ottobre alle 21.00 si terranno due serate introduttive al corso, nella sede di via degli Alpini, per informazioni si può chiamare allo 02.2139584 o mandare una mail a formazione@misericordiasegrate.org. L’invito è rivolto a tutti i maggiorenni e a tutti i veri… volenterosi segratesi.

Be the first to comment on "Soccorritori cercasi, il corso della Misericordia parte a novembre"