“Traffico ai livelli pre-Covid”: il 15 ottobre Milano riaccende Area B

Il cartello che segnala l'inizio di AreaB nel quartiere Feltre

La pandemia e i suoi effetti, in particolare quelli sul trasporto pubblico con gli accessi contingentati sui mezzi, avevano portato alla sospensione di area B lo scorso 12 marzo; il sindaco di Milano Beppe Sala lo scorso 4 ottobre ha comunicato la riattivazione delle telecamere ai varchi d’ingresso in città a partire da giovedì 15 ottobre (qui tutte le info sul sito del Comune), data che coincide con quella di avvio dei riscaldamenti.

Per i segratesi si torna quindi al pre-Covid: le auto più inquinanti, compresi i diesel fino agli Euro 4 senza filtro antiparticolato, non potranno entrare nei confini del capoluogo (dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30). Questo per ridurre i livelli di inquinamento in città, ritornata a livelli di traffico pre-lockdown, e in vista di un inevitabilmente aumento dei valori nocivi con l’accensione dei termosifoni.

“La decisione di riattivare Area B matura in seguito alle verifiche effettuate sull’evoluzione dei flussi di traffico in città – spiega il Comune di Milano – l’indice di congestione nella settimana tra il 21 e il 25 settembre supera quello pre-Covid del 2,5%. In particolare l’indice nelle ore di punta del mattino, tra le ore 7 e le 9, è inferiore di circa due punti percentuale, mentre nelle ore di punta del pomeriggio è superiore di circa il 10%. Gli ingressi dei veicoli in città, misurati dalle telecamere di Area B nella settimana compresa tra il 28 settembre il 2 ottobre 2020, sono il 90% di quelli in ingresso nelle settimane di gennaio e febbraio pre-Covid”.

Molti cittadini, sulle pagine social del Comune di Milano e del Sindaco, hanno contestato la decisione che affollerebbe ancora di più i mezzi pubblici. Alle critiche però l’Assessore alla Mobilità milanese Granelli risponde che “ad oggi il trasporto pubblico è in grado di raccogliere ulteriori passeggeri e anche i parcheggi di interscambio hanno un tasso di riempimento del 49%”. Inoltre, secondo i dati forniti dal Comune, rispetto alla frequenza dell’ottobre 2019, nella prima settimana di ottobre 2020 in metropolitana ci sono stati circa 765mila passeggeri, pari al 54% dello stesso periodo del 2019.

Attualmente sono attivi 45 varchi sui 187 totali di Area B, ma nei prossimi giorni è prevista l’attivazione di altri 10. Tra le telecamere già accese, diverse sono proprio quelle al confine con Segrate. Resta libero al momento l’accesso, in accordo con Regione, per i veicoli commerciali Euro 4 diesel senza Fap che potranno circolare in Area B fino al 11 gennaio 2021. Per gli automobilisti è inoltre a disposizione un “bonus” di 50 accessi liberi (in giorni anche non consecutivi) a partire a partire dal primo accesso nell’area soggetta al provvedimento entrato in vigore il 25 febbraio 2019, valido fino al 30 settembre 2021.

 

Be the first to comment on "“Traffico ai livelli pre-Covid”: il 15 ottobre Milano riaccende Area B"