Idroscalo, dieci panchine rosse per dire no alla violenza sulle donne

Una delle panchine posizionate lungo le rive del "mare dei milanesi"

Dieci panchine rosse, come simbolo di opposizione alle discriminazioni e alla violenza di genere, sono state posizionate all’interno del Parco Idroscalo in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione degli atti di violenza sulle donne. È una delle novità che troveranno i visitatori di Idroscalo, che dopo la serrata del 5 novembre per l’emergenza Covid-19 ha confermato la chiusura al pubblico almeno fino al 3 dicembre, alla riapertura dei cancelli.

“Città metropolitana vuole contribuire a diffondere un messaggio positivo per sensibilizzare su un tema così drammaticamente attuale”, recita la nota di Palazzo Isimbardi diffusa per l’iniziativa. Un gesto simbolico, ma anche un supporto concreto alle donne vittime di violenze o maltrattamenti fisici, psicologici, economici e di stalking. Già, perché su ciascuna delle dieci panchine installate in vari punti strategici del Parco Idroscalo è stata fissata una targa con i numeri di telefono di realtà locali e nazionali a cui può rivolgersi chi ha bisogno di aiuto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

C’è quindi il Numero Anti-violenza e Stalking, il 1522, operativo a livello nazionale. E poi un elenco di altre associazioni e servizi attivi sul territorio: SeD – Farsi Prossimo Onlus – Caritas Ambrosiana 02/760370352, Casa di accoglienza delle donne maltrattate 02/55015519, Centro Antiviolenza Cerchi d’Acqua 02/58430117 cerchidacqua.org, C.A.S.D. Centro Ascolto Soccorso Donna – Ospedale San Carlo Borromeo Milano 02/40222366 e 335/6589806, Telefono Donna 02/64443043-4, SVSeD Soccorso Violenza Sessuale e Domestica – Policlinico Milano 02/55032489, Associazione Donne Insieme Contro la Violenza ONLUS Pieve Emanuele 02/90422123 e 02/57514156, Centro Anti violenza Segnavia – Fondazione Somaschi Onlus 329/5870862.

CENSI: UNA BATTAGLIA CULTURALE CHE SI VINCE FACENDO RETE

«La battaglia contro le discriminazioni e le violenze di genere è in primo luogo culturale – ha commentato la vicesindaca metropolitana Arianna Censi – e si potrà vincere se sapremo fare rete, ed è per questo che sono orgogliosa che su questa iniziativa siano state coinvolte alcune realtà territoriali impegnate quotidianamente su questo terreno. Le panchine rosse sono un monito quotidiano, per tutti i frequentatori del parco e allo stesso tempo simboleggiano la forza e la resistenza delle donne. Un piccolo segno permanente di memoria e speranza che, a partire da queste panchine auspichiamo si possa allargare in ogni luogo del nostro Paese».

PANCHINE, VERDE, IMPIANTI: CONTINUANO LE MANUTENZIONI

A partire dall’inizio di di novembre, oltre 100 delle tradizionali e usurate panchine dell’Idroscalo sono state sostituite da nuove realizzate in materiale innovativo, brevettato, più resistente e sostenibile, riciclato e riciclabile: doghe in PVC, ignifughe e lavabili, che possono essere rigenerate, creando una filiera chiusa di materiale riciclato al 100%. “Questo periodo è sfruttato per intensificare le manutenzioni già in corso – spiega l’ente di gestione di Idroscalo – manutenzione del verde, ultimazione del rifacimento blocchi bagni, posizionamento di nuove panchine in materiale riciclato e riciclabile, revisione dell’impianto elettrico, nuova segnaletica oraria con indicazione del prolungamento di apertura fino alle ore 21 anche nella stagione invernale, a cui si aggiungono il miglioramento dell’illuminazione della zona bosco e la progettazione per una completa accessibilità sensoriale e motoria del Parco e del bacino. A parte questa breve pausa, per la prima volta Idroscalo cercherà di offrirsi al meglio anche nella stagione invernale ai i numerosi cittadini che vogliono trascorrere il loro tempo in quest’oasi di benessere”.

Be the first to comment on "Idroscalo, dieci panchine rosse per dire no alla violenza sulle donne"