Covid-19, vaccino obbligatorio per gli over 50 e nuove regole per le scuole

Sempre più necessario il Super Green Pass (ottenibile con vaccinazione o guarigione) per spostarsi, lavorare e per accedere a tutte le attività

Approvato il 5 gennaio il nuovo decreto legge che introduce novità importanti per cercare di rallentare i contagi

Il testo approvato dal Consiglio dei Ministri introduce l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto i 50 anni, sia che siano lavoratori o disoccupati, a partire dal 15 febbraio. Chi non adempirà all’obbligo sarà sanzionabile con una multa di 100 euro. Più salata la sanzione se verrà trovato senza la certificazione sul luogo di lavoro.

GREEN PASS PER POSTA, BANCA E NEGOZI

È esteso l’obbligo di Green Pass cosiddetto ordinario, quindi ottenibile anche tramite tampone, per accedere a tutti i servizi e attività commerciali fino ad ora aperti a tutti, come ad esempio posta, banca, uffici pubblici, parrucchiere, centri estetici negozi. Restano escluse le attività commerciali che vendono prodotti essenziali, come alimentari e farmacie. L’obbligo per parrucchieri e servizi alla persona scatterà dal 20 gennaio, a febbraio per tutte le altre attività.

INCENTIVATO LO SMART WORKING

Il Consiglio dei Ministri ha raccomandato il massimo utilizzo, nelle prossime settimane, della flessibilità prevista dagli accordi contrattuali in tema di lavoro agile.

NUOVE REGOLE PER CASI COVID A SCUOLA

Cambiano le regole per la gestione dei casi di positività a seconda del grado di istruzione. Per la scuola dell’infanzia: già in presenza di un caso di positività, è prevista la sospensione delle attività per una durata di dieci giorni. Per la scuola elementare: con un caso di positività, si attiva la sorveglianza con testing, cioè tutti i compagni devono eseguire un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività (T0, cioè tempo zero) e poi un secondo test dopo cinque giorni (T5). In presenza di due o più positivi è prevista la didattica a distanza (DAD) per la durata di dieci giorni. Per la scuola media e superiore (questa la novità): fino a un caso di positività nella stessa classe è prevista l’auto-sorveglianza e con l’uso, in aula, delle mascherine FFP2. Con due casi nella stessa classe è prevista la DAD per non vaccinati o per vaccinati o guariti da più di 120 giorni. Per tutti gli altri, è prevista la prosecuzione delle attività in presenza. Con tre casi nella stessa classe è prevista la DAD per dieci giorni.

Gli studenti potranno eseguire i test gratuitamente sia nei punti tamponi istituti da Regione Lombardia, sia nelle farmacie aderenti, sia dai medici/pediatri di base se aderenti al protocollo.

ESTESO IL SUPER GREEN PASS PER MEZZI PUBBLICI, PALESTRE, CERIMONIE…

Lunedì 10 gennaio, invece, entreranno in vigore le altre norme previste dal decreto festività che prevede l’obbligo di Super Green Pass per molte attività fino ad ora aperte anche a Green pass base. Innanzitutto per i trasporti: non solo per aerei, treni, navi, ma anche per i trasporti locali, dai bus alle metropolitane. Inoltre la carta verde rafforzata servirà per entrare in palestra o in piscina, in un museo o a una mostra, in albergo e strutture ricettive, a matrimoni o battesimi, a ristoranti anche all’aperto, impianti sciistici, per sale giochi e parchi divertimento. Senza il super Green pass non sarà praticamente possibile fare quasi nulla.

Be the first to comment on "Covid-19, vaccino obbligatorio per gli over 50 e nuove regole per le scuole"