Auto elettriche, a Segrate dieci nuove colonnine di ricarica

Uno dei nuovi impianti nel parcheggio di fronte al "Quadrato" in via Giotto

Cresce l’infrastruttura per la mobilità green. Dovrebbero arrivare a 30.

Dieci nuove colonnine, cinque già posate e altrettante in fase di attivazione. Cresce l’infrastruttura della mobilità elettrica in città, grazie all’avvento di un nuovo operatore, Ressolar, che ha vinto il bando di gara per i nuovi dispositivi.

ECCO DOVE SONO STATE INSTALLATE

Le prime colonnine sono state messe in queste vie:

  • via Giotto,
  • via Redecesio a Lavanderie nel parcheggio del supermercato sulla Cassanese
  • via Schuster al Villaggio Ambrosiano
  • via Turati.

A breve la nuova offerta raddoppierà, con colonnine in via Cristei, nelle vie Trento e Verdi a Redecesio, nel parcheggio della stazione e a San Felice. Ultimata questa ulteriore fase, i dispositivi in città saranno trenta in tutto.

IL REBUS DELLE COLONNINE ENEL

E a breve dovrebbe risolversi anche la questione legata alle colonnine di Enel, circa la metà del totale segratese, molte delle quali (ad esempio a Milano2 e a Segrate Centro) al momento non funzionanti per le prese obsolete e il mancato intervento dell’operatore per adeguarle. «Per oltre sei mesi abbiamo cercato di ottenere questo upgrade – rivela l’assessore ai Trasporti, Antonella Caretti – ora finalmente sembra imminente. Questo ci consentirà di avere una rete capillare, in grado di assicurare l’accesso al servizio in quasi tutti quartieri della città».

A BREVE UNA MAPPA

Non tutte le colonnine appena installate sono “fast-charge” (con una potenza tale da assicurare una ricarica rapida) ma questo è nell’ordine delle cose: tutti gli operatori si muovono in questo modo, diversificando i dispositivi da attivare. A brevissimo dovrebbe anche essere pubblicata una mappa dettagliata delle colonnine presenti in città, in modo da agevolare gli utenti nel rintracciarle. Caretti conferma che in Comune arrivano richieste di attivazione di altri punti di ricarica, segnale che anche a Segrate il parco di vetture elettriche sta aumentando. Del resto, a livello nazionale, a fine marzo le colonnine presenti erano 14.311, per un totale di quasi 28mila punti di ricarica: a fine 2020 il numero era sotto i 20mila, questo fa capire la crescita della domanda e quindi dell’offerta.

UN FUTURO IN CRESCITA

A Segrate gli operatori sono diversi, non soltanto Enel e Ressolar, e il processo di implementazione è destinato a fare ulteriori passi a stretto giro. «Il prossimo sviluppo del Quartiere dei Mulini, di Novegro e di Cascina Boffalora – spiega l’assessore Caretti – porterà alla necessità di far arrivare il servizio anche in queste frazioni». Le nuove infrastrutture di ricarica appena posate sono tutte “intelligenti”, ossia connesse alla rete, permettendo all’operatore un controllo completo da remoto, e collegabili alla App mobile dedicata.

Be the first to comment on "Auto elettriche, a Segrate dieci nuove colonnine di ricarica"