GAS Segrate dà una seconda chance agli smartphone

La raccolta nella sede del Gruppo di acquisto solidale in via Pacinotti

Dare una nuova vita agli smartphone e ai tablet per garantire un futuro diverso all’Africa. C’è un doppio valore etico dietro all’iniziativa di Gas Segrate, che invita tutti a non disfarsi dei propri dispositivi provati dal tempo e dall’usura aderendo alla campagna lanciata dall’Istituto Jane Goodall.

Riciclare per limitare l’uso di materie prime

I vecchi device (non computer, batterie e caricabatterie) si possono depositare nell’apposito contenitore all’interno della sede del GAS Segrate di via Pacinotti 13, anche se non funzionanti o con parti danneggiate, ad esempio il display. Verranno riciclati, ecco il primo fronte etico, e così facendo si contribuirà a limitare l’estrazione delle materie prime necessarie per produrne di nuovi (tungsteno, stagno e tantalio tra le altre) che provengono soprattutto dal Congo, con impatti devastanti sulla natura del Paese africano. Per i prodotti Apple si devono rimuovere i dati personali, uscendo da iCloud, iTunes Store e App Store. Per informazioni sugli orari di apertura di Gas Segrate è possibile visitare il sito o scrivere una mail.

Be the first to comment on "GAS Segrate dà una seconda chance agli smartphone"