Cinque anni fa l’incidente ferroviario di Pioltello: una cerimonia per ricordare le vittime

Questa mattina alla stazione di Limito la commemorazione per Pierangela Tadini, Ida Milanesi e Giuseppina Pirri, morte nel deragliamento del treno regionale 10452 di Trenord il 25 gennaio 2018

Erano le 6.57 del 25 gennaio di cinque anni fa quando il treno regionale 10452 di Trenord proveniente da Cremona e diretto a Milano Porta Garibaldi, appena partito dalla stazione di Pioltello, deragliò all’altezza di Seggiano. L’incidente provocò il ferimento di 46 persone e la morte di Pierangela Tadini, Giuseppina Pirri e Ida Milanesi, tre pendolari che si stavano recando a lavoro nel capoluogo sul convoglio dove c’erano 350 viaggiatori.

Una corona di fiori bianchi sulla banchina del binario 1

Questa mattina, come ogni anno dalla data di quella tragedia, la sindaca di Pioltello Ivonne Cosciotti con una delegazione dei primi cittadini della Martesana, tra cui il sindaco di Segrate Paolo Micheli, si sono ritrovati sulla banchina del binario 1 della stazione di Pioltello per un momento di raccoglimento in memoria delle vittime del deragliamento e la posa di una corona di fiori bianchi per rendergli omaggio.

disastro di pioltello commemorazione

La macchina dei soccorsi

Alla commemorazione hanno partecipato, oltre ai sindaci, i rappresentanti della macchina dei soccorsi che si era messa in moto dopo l’incidente del 25 gennaio 2018. Presenti i vigili del fuoco, i soccorritori della Croce Verde, la polizia locale, i carabinieri, gli Alpini e la protezione civile. Tra di loro, anche il coordinatore delle tute gialle segratesi Nunzio Brognoli con una squadra di volontari che avevano partecipato alle operazioni di aiuto e assistenza ai viaggiatori coinvolti nel disastro che erano stati in parte accolti a Segrate nel palazzetto dello sport di via 25 Aprile trasformato in centro di prima accoglienza.

Be the first to comment on "Cinque anni fa l’incidente ferroviario di Pioltello: una cerimonia per ricordare le vittime"