Berlusconi, a Segrate Palazzo Mondadori “illuminato a mezz’asta”

Il quartier generale di Mondadori, a Segrate di fronte all'Idroscalo, parzialmente al buio in segno di lutto (Foto Giuseppe Biancofiore)

Per tutte le sere di questa settimana il quartier generale della Mondadori a Segrate, Palazzo Niemeyer, resterà parzialmente al buio in segno di lutto per la morte di Silvio Berlusconi, proprietario del gruppo editoriale guidato dalla figlia Marina. Per la prima volta infatti l’azienda di Segrate ha deciso di “illuminare a mezz’asta” l’edificio che si affaccia sull’Idroscalo, inaugurato nel 1975 e da sempre sede della storica casa editrice.

“Desideriamo esprimere un sentimento di partecipazione e vicinanza al Presidente Marina Berlusconi, dimostrando, anche attraverso un segno visibile e simbolico, il profondo vuoto lasciato dalla scomparsa del papà Silvio, figura fondamentale nella storia della nostra azienda e del nostro Paese”, ha scritto l’amministratore delegato Antonio Porro in una comunicazione a dipendenti e collaboratori del Gruppo Mondadori.

Be the first to comment on "Berlusconi, a Segrate Palazzo Mondadori “illuminato a mezz’asta”"