Doccia in 5 minuti a tempo di… musica: la “sfida” di Gruppo CAP contro lo spreco idrico

risparmio idricoCon un soffione tradizionale un minuto in doccia consuma 16 litri di acqua

Originale iniziativa lanciata dal gestore del servizio idrico metropolitano 

Risparmiare acqua non… stona mai. E con la canzone giusta è anche più facile.  A dare il “la”, è il caso di dirlo, è Gruppo Cap. Che ha lanciato un’originale iniziativa contro lo spreco idrico, pessima abitudine soprattutto di fronte agli effetti del cambiamento climatico.

Su Spotify la playlist “Acqua Sound”

Da alcuni giorni su Spotify è disponibile la playlist “Acqua Sound”, con una selezione di brani della… durata giusta per ogni sfida lanciata da CAP. La prima? Farsi una doccia in 5 minuti, giusto il tempo di ascoltare una canzone e di non… sprecare. Sì, perché con un tradizionale soffione, ogni minuto passato in doccia significa utilizzare ben 16 litri di acqua. Nella lista di CAP ci sono poi melodie con ritornelli di 40 secondi che dettano il tempo per sciacquarsi le mani una volta insaponate. La terza challenge? Lavarsi i denti in modo virtuoso, tenendo il rubinetto chiuso mentre si usa lo spazzolino.

Consumo di acqua, Italia fanalino di coda in Europa

“Ogni giorno in Italia si consumano in media 241 litri di acqua pro capite, più che in ogni altro Paese europeo – spiega Gruppo CAP – “Acqua Sound”, che vuole contribuire a promuovere questi piccoli gesti quotidiani nell’uso virtuoso dell’acqua, è una delle tante iniziative avviate per il risparmio idrico lavorando per minimizzare la dispersione nei quasi 6.500 km di rete in gestione e avviando una strategia per riutilizzare le acque che arrivano nei 40 depuratori sul territorio della Città metropolitana”. Gruppo CAP ha inoltre diffuso un decalogo del risparmio idrico, che indica le buone pratiche da seguire tutti i giorni che si possono tradurre in un risparmio di svariate migliaia di litri ogni anno.

Foto di tookapic da Pixabay

Be the first to comment on "Doccia in 5 minuti a tempo di… musica: la “sfida” di Gruppo CAP contro lo spreco idrico"