Dare voce a chi non ce l’ha

Editoriale pubblicato sull’edizione del 14 settembre 2023

L’informazione locale svolge un ruolo fondamentale all’interno delle piccole e medie comunità urbane. Oggi più che mai. Perché in tempi in cui siamo costantemente bombardati da notizie da tutto il mondo dove tutto sembra assumere la stessa identica dimensione, dove la velocità del flusso informativo è tale da cancellarne rapidamente ogni traccia, raccontare oggi storie e vicende quotidiane di prossimità è una missione importante. E, allo stesso tempo, decisamente sfidante. È questa tra le altre, la scommessa che la Cooperativa Sociale “Il Melograno”, grazie alla fusione con la Cooperativa Edificatrice Segratese, ha deciso di fare come Editore di questo giornale.

Parlare al territorio in cui operano i propri educatori, i propri assistenti sociali, è prerogativa storica del Melograno. Oggi abbiamo una voce in più, questo giornale, autorevole e conosciuto sul territorio, capace di guadagnarsi nel tempo un proprio spazio definito. Crediamo che non tutta l’informazione possa viaggiare online, che i giornali cartacei abbiano un valore aggiunto. Perché, ad esempio, raggiungono fasce di popolazione che altrimenti non potrebbero essere intercettate. Perché offrono visibilità a piccole realtà del territorio segratese che svolgono una funzione essenziale, sono punti di riferimento per la comunità.

Lo statuto della Cooperativa Sociale Il Melograno indica con chiarezza che il lavoro dei Soci e dei Cooperanti è volto ad “accrescere il livello di istruzione, di cultura, di formazione professionale e di aggiornamento del sapere, con particolare riferimento alla formazione e all’aggiornamento del personale della scuola e all’attuazione dell’esercizio del diritto allo studio, all’assistenza domiciliare o in strutture ad utenti in stato di svantaggio siano essi minori, adulti, anziani o persone con disabilità; alle attività socio-educative e socio-assistenziali rivolte a persone svantaggiate, alle attività culturali per lo sviluppo della conoscenza e della costruzione di reti sociali nei territori in cui operano, ai servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro”. Questo è il “cuore” del Melograno, l’essenza di ciò che siamo.

Con questo giornale, nella riconosciuta indipendenza dei professionisti che vi lavorano, vorremo poter contribuire a “dare voce a chi non ce l’ha”, a far emergere quelle piccole storie del quotidiano che in realtà tanto piccole non sono e che invece spesso sono lo specchio di disagi, ingiustizie e difficoltà ormai universali.

Mara Cappellini
Presidente Cda Il Melograno Cooperativa Sociale

Be the first to comment on "Dare voce a chi non ce l’ha"