Buoni spesa a Segrate: ecco come richiederli

I voucher hanno un valore da 100 a 500 euro in base ai componenti del nucleo famigliare

Via libera da giovedì 2 aprile alle domande per i buoni spesa erogati dal Comune di Segrate attraverso il fondo messo a disposizione dal governo in questa fase di emergenza coronavirus. È di 190.511 euro la somma a disposizione di Segrate, che arriverà ai cittadini in stato di necessità attraverso “voucher” spendibili in alimenti e prodotti per l’igiene personale e delle abitazioni in un circuito di attività commerciali cittadino (Esselunga ha già fatto sapere di aderire garantendo un ulteriore 15% di sconto sugli acquisti effettuati con i buoni spesa comunali).

L’amministrazione comunale ha definito i requisiti e le modalità di accesso ai buoni pasto: sul sito del Comune è stata pubblicata il 2 aprile una pagina con tutte le informazioni e i criteri di assegnazione, da dove è anche possibile scaricare il modulo di richiesta. “Le persone in possesso dei requisiti previsti dal bando possono presentare domanda esclusivamente scaricando il modulo e inviandolo, compilato in ogni sua parte, all’indirizzo e.mail segrate@postemailcertificata.it. È vietato recarsi di persona in Comune per evitare assembramenti e a tutela della salute dei cittadini stessi”.

I buoni spesa hanno un valore variabile da 100 a 500 euro a seconda del numero dei componenti il nucleo familiare, ed è prevista un’integrazione di 50 euro in presenza di uno o più bambini tra 0 e 4 anni. I destinatari sono cittadini e famiglie più colpite economicamente dall’emergenza sanitaria: da chi ha perso il lavoro o è in attesa di cassa integrazione a chi ha dovuto chiudere la propria attività fino ad arrivare agli anziani con pensione minima o chi si trova ad affrontare la malattia grave o la perdita di un familiare (qui è possibile verificare tutti i requisiti di accesso).

Non è ammesso all’erogazione dei buoni pasto invece chi già riceve forme di sostegno economico come ad esempio quelli previsti dal decreto “Cura Italia” o il reddito o pensione di cittadinanza. Nel modulo di autocertificazione è inoltre richiesto di indicare il proprio reddito mensile, il patrimonio mobiliare a disposizione (conti correnti, titoli, buoni postali o altro) oltre agli eventuali affitti da sostenere per la propria abitazione. “Sarà data priorità a nuclei con presenza di neonati, minori, anziani e disabili”, spiega il Comune.

Coloro che non sono in possesso di computer o connessione internet, potranno contattare il numero 02 82396459 per la raccolta telefonica della domanda. Gli operatori del Comune saranno disponibili da lunedì a giovedì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, venerdì solo al mattino dalle 9 alle 13.

Be the first to comment on "Buoni spesa a Segrate: ecco come richiederli"