Dalla pizza alle lenti degli occhiali: tutti i servizi a domicilio dei commercianti di Segrate

Non solo cibo. Si amplia ed allunga l’elenco dei commercianti di Segrate che offrono consegna di prodotti a domicilio. Se infatti ancora le attività non considerate essenziali devono restare chiuse, possono invece, secondo  l’ordinanza di Regione Lombardia, vendere i propri prodotti “a distanza” e consegnare a domicilio.

OLTRE 60 LE ATTIVITÀ CHE CONSEGNANO

Sono oltre una sessantina i commercianti segratesi che si sono organizzati per far fronte a questa nuova sfida e offrire il proprio servizio ai cittadini. I primi a rispondere all’appello sono state le farmacie e i negozi di alimentari: minimarket, fruttivendoli, macellerie,  panetterie e poi ristoranti, pizzerie, gelaterie… Negli ultimi giorni, però, il gruppo si è ampliato a tanti altri negozi, per far fronte alle numerose necessità dei cittadini.

DALLE CARTOLERIE ALLE PROFUMERIE

Tutte e tre le cartolerie di Segrate hanno subito sfruttato la possibilità offerta dall’ordinanza e da settimana scorsa sono già attive le consegne su tutto il territorio. Ci sono poi negozi di piante e fiori, lavanderie che ritirano e consegnano a domicilio, profumerie e parrucchieri che consegnano prodotti cosmetici, ottici che forniscono il servizio di riparazione di lenti e montature e anche tecnici che offrono assistenza per grandi e piccoli elettrodomestici. Insomma una rete preziosa per venire incontro alle necessità, sempre più numerose più si allunga la quarantena, di tutti i segratesi. L’elenco completo è disponibile Qui sul sito del Comune.

TUTTI I NEGOZI IN UNA APP

Le attività che aderiscono all’iniziativa sono anche visibili all’interno della app SegrateGo, creata qualche mese fa proprio per dare visibilità al commercio di vicinato ed ora trasformata dall’emergenza in una “bussola” per orientarsi tra le attività che forniscono servizio a domicilio e le comunicazioni del Comune.

Be the first to comment on "Dalla pizza alle lenti degli occhiali: tutti i servizi a domicilio dei commercianti di Segrate"