Sono 28 i defibrillatori in città. “Vogliamo coprire tutti gli impianti sportivi”

L'ultimo DAE installato a San Felice con Emanuele Loiacono, di DOC Generici e l’assessore alla Salute, Barbara Bianco

Con l’utimo defibrillatore semiautomatico installato martedì nel centro commerciale di San Felice, salgono a 28 i DAE posizionati sul territorio cittadino nell’ambito dell’iniziativa “Segrate città cardioprotetta”. Ovviamente si è optato per i luoghi maggiormente frequentati: scuole, palestre, centri sportivi, centri civici e le quattro farmacie comunali. E anche nel caso di San Felice è stato importante il contributo, nell’appoggiare convintamente l’iniziativa, del presidio sanitario del quartiere, con il proprietario Roberto Airoldi che non ha voluto mancare l’appuntamento con l’inaugurazione. Presente anche Emanuele Loiacono, direttore commerciale della società farmaceutica DOC Generici, sponsor dell’iniziativa.

Il defibrillatore potrà essere utilizzato in caso di necessità dalle guardie private, già istruite sulle modalità con le quali adoperarlo, e dai negozianti che vorranno partecipare a un prossimo corso di formazione. «L’attenzione dell’amministrazione è alta – ribadisce l’assessore Barbara Bianco – soprattutto rispetto alla necessità che tutto il comparto sportivo sia protetto. Anche perché la pandemia ci ha resi più sensibili rispetto a tutto ciò che riguarda la salute».

Be the first to comment on "Sono 28 i defibrillatori in città. “Vogliamo coprire tutti gli impianti sportivi”"