Liberazione, al Verdi un percorso tra guerra, fascismo e Resistenza

resistenza liberazione a SegrateIl centro civico Verdi in via XXV Aprile sede delle biblioteca e degli incontri di lettura

Cinque incontri con autori di saggi storici nel mese in cui si celebra la Festa della Liberazione.

Un percorso di cinque incontri al Centro Verdi per dialogare e riflettere su fascismo, Seconda guerra mondiale e Resistenza in occasione del mese in cui si celebra la Festa di Liberazione. È la proposta della Biblioteca comunale, che ha organizzato un ciclo di presentazioni di libri costruito seguendo un fil rouge che dal primo conflitto arriva alla lotta partigiana per la sconfitta del nazifascismo.

“Tra storia locale  e storia nazionale, si partirà proprio dalla Prima guerra del 1915-1918, che preparò il terreno all’ascesa del regime fascista, per affrontare poi il ventennio che vide Mussolini al potere, e che portò l’Italia nella Seconda guerra mondiale, una tragedia immane che colpì nel vivo e non risparmiò il territorio segratese e da cui gli italiani uscirono grazie anche al sacrificio degli uomini e delle donne della Resistenza”, – spiega in una nota il Comune.  Ad aprire la rassegna è stato il segratese Mattia  Borsotti, scrittore e collaboratore del Giornale di Segrate, che ha presentato il suo libro “Come d’autunno: i caduti segratesi nella Grande Guerra” insieme con lo storico Michele D’Arasmo.

Mercoledì 12 aprile alle ore 21 lo storico David Bidussa dialogherà con Gianluca Poldi sul libro da lui curato “Benito Mussolini: scritti e discorsi 1904-1945” (Feltrinelli, 2022), antologia che indaga il fascismo non solo come la storia di un regime politico, ma ancora di più come una cultura.

Un episodio della storia locale, “La strage di Cascina Ovi. Segrate – 24 ottobre 1942” sarà invece protagonista martedì 18 aprile alle ore 21 nel dialogo tra l’autore, Damiano Dalerba, e il direttore del Giornale di Segrate Federico Viganò. Il saggio nasce da una ricerca svolta tra documenti e testimonianze sul bombardamento aereo di Milano del 24 e 25 ottobre del 1942, in cui un bombardiere inglese si schiantò sulla Cascina Ovi superiore, causando 18 morti, tra cui giovani, adulti e anziani, donne e anche 4 bambini.

Giovedì 27 aprile alle ore 21 la giornalista e storica Benedetta Tobagi presenterà “La Resistenza delle donne” (Einaudi, 2022), raccolta di storie e testimonianze di donne italiane impegnate nella lotta partigiana, con la direttrice della Biblioteca di Segrate Raffaella Vigilante.

Il segratese Gianfranco D’Amato chiuderà la rassegna giovedì 2 maggio alle ore 21 con la presentazione del libro “Eroi”, raccolta di storie di “uomini e donne che con coraggio e altruismo hanno lasciato un segno nella storia” durante i sei anni della Seconda guerra mondiale. Dialogherà con D’Amato l’assessore alla Cultura Barbara Bianco.

Be the first to comment on "Liberazione, al Verdi un percorso tra guerra, fascismo e Resistenza"