Premio al merito scolastico, in 42 sul palco del Verdi

Foto di gruppo con tutti gli studenti eccellenti e al centro il sindaco Paolo Micheli

Riconoscimento anche economico per gli studenti segratesi che hanno completato un ciclo di studi con il massimo dei voti.

Gioia, commozione e tanto, giustificato, orgoglio si respirava martedì 20 febbraio al Centro Verdi dove si è svolta la cerimonia di premiazione e consegna delle borse di studio per gli studenti segratesi meritevoli. Si tratta cioè dei ragazzi e delle ragazze che nel 2023 hanno  raggiunto il massimo dei voti a conclusione di un ciclo di studi – medie, superiori o laurea breve. A loro è stato riconosciuto un contributo economico di 200 euro (medie), 250 euro (diplomati delle superiori) e 500 euro per chi ha ottenuto la laurea breve e ha intenzione di proseguire gli studi. Gli studenti saliti su palco erano in totale 42, nel dettaglio: 20 delle medie, 14 delle superiori e 8 universitari.

Il Sindaco: “Orgogliosi di voi”

A premiarli il sindaco Paolo Micheli e l’assessore alla Scuola Guido Bellatorre. «Merito è una parola importante – ha commentato  il primo cittadino – ma non sempre viene utilizzata nel modo corretto. Pensiamo tutti che significhi “essere più bravi”, quindi chi è più bravo è più meritevole. Non è così. La bravura intesa come talento non ha niente di meritevole. Le persone che meritano sono quelle che non si fermano a quello che sono, ma sono quelle che decidono di superarsi facendo lo sforzo di andare oltre, attraverso il duro lavoro, lo studio, i sacrifici. Certamente non è stato facile arrivare dove siete arrivati e nessuno vi ha chiesto di farlo – ha detto il sindaco rivolgendosi ai premiati – eppure ci siete riusciti ottenendo risultati brillanti e di questo dovete esserne orgogliosi e noi con voi. Perché il vostro esempio ci spinge a migliorarci e a fare sempre di più per diventare quello che vogliamo e possiamo essere». Ma ecco chi sono i 42 studenti premiati.

I nomi dei 42 premiati

Dalla secondaria Sabin: Beatrice Bosetti, Ilaria Innocenti, Greta Leonardi, Ginevra Partelli, Mattia Pascariello, Veronica Rossi, Rossana Tasca e Giulia Vacirca. 

Dalla secondaria Schweitzer: Ludovica Bianca Agrello, Lorenzo Ardrizzi, Greta Bonvini, Francesco Ciccone, Daniele Marzari, Martino Melzi, Chiara Parentella, Alessandro Salmistraro e Samuele Vilardo.

Dalla Galbusera: Maverick Troy Dizon. 

Da altre medie milanesi: Anita Saccardo ed Emma Semprini.

Per quanto riguarda le superiori sono usciti con il massimo dei voti, cioè 60/60, alcuni con lode:  Nourmiriam Bakir e Maria Lucia Procopio (Machiavelli socio-sanitario), Federico Cropera (Liceo Machiavelli), Luca Abbruzzi (Liceo Steiner), Sveva Austoni (Liceo Setti Carraro), Carlo Bagatti (Liceo Donatelli-Pascal), Marta Colombi (Liceo Tenca), Manuela Fasoli, (Liceo Brera), Sofia Yuxi Gao (Liceo Volta), Miriam Alessia Giannica (Liceo Carducci), Andrea Maria Lanocita (Liceo Volta), Claudio Leoni (Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci), Tommaso Melzi (Liceo San Raffaele), Davide Sirtori (Liceo Molinari).

Si sono laureati tutti con 100 e lode: Gaia Austoni (Psicologia Università San Raffaele), Nadia Bagatti (Ingegneria Biomedica Polimi), Federico Lolli (Ingegneria Informatica Polimi), Filippo Bonani (Economia e Finanza Bocconi),  Chiara Brambilla (Chimica Unimi), Chiara Fasoli (Lettere Unimi), Greta Gerotto (Scienze dell’Organizzazione Unimi) ed Elisa Saladini (Lettere e Filosofia Università Cattolica).

Tutti questi studenti che hanno conseguito la laurea breve proseguiranno il loro corso di studi. Scopo dei contributi erogati dal Comune è infatti quello di sostenere le famiglie nel percorso scolastico dei figli. 

Be the first to comment on "Premio al merito scolastico, in 42 sul palco del Verdi"