Da Sanremo alle ricette in tv, i 94 anni di Wilma De Angelis

Wilma De AngelisWilma De Angelis con i suoi nipoti durante una passeggiata a Milano2

Cantante, presentatrice, autrice di decine di libri, intervista a Wilma De Angelis icona della tv e di Milano2

L’appuntamento è al bar dello Sporting Club di Milano2, una seconda casa per Wilma De Angelis, signora della televisione per oltre 40 anni, oggi signora dei salotti del club segratese dove tutti conosce e tutti la salutano con affetto. Arriva da sola «ma dall’anno scorso non guido più» ci confida con rammarico, come se non fosse già eccezionale aver guidato fino a 93 anni… Ma il tempo per lei sembra passi in un modo diverso. Solo un mese fa era sul palco di Domenica In, dove ha cantato tre dei suoi successi di Sanremo. 

Il ritorno in tv di Wilma De Angelis

«È qualcosa di incredibile davvero  – commenta con il suo tipico sorriso – avevo un po’ di timore a tornare in tv, non cantavo da tre anni, ma poi quando mi sono ritrovata lì sul palco il fisico si è dimenticato di tutti gli acciacchi e la voce è uscita da sola, ha sorpreso anche me». Sempre su quel palco Wilma De Angelis si è anche commossa, ripercorrendo la sua storia, ma soprattutto la storia d’amore con il suo compagno mancato due anni fa.

La storia d’amore e la famiglia

«Ci siamo conosciuti proprio qui allo Sporting Club Milano2 – racconta Wilma De Angelis e non nasconde l’emozione di quel ricordo indelebile – era il 18 agosto del 1994, una giornata che non dimenticherò mai. Non dovevo nemmeno essere qui, ma io credo si sia messo di mezzo un folletto che voleva a tutti i costi farci incontrare – sorride malinconica – è stata una casualità incrociarci quel giorno, è stata una casualità ritrovarci da soli quello successivo quando tutta la compagnia ci ha “dato buca” e ancora è stata una casualità trovare chiusa la pizzeria dove dovevamo andare… Una serie di strane combinazioni che ci hanno portato a stare insieme per 23 anni.  Un rapporto unico, di comprensione totale in cui ci aiutavamo e supportavamo in tutto. Mi manca tantissimo».  Si spegne il sorriso e bisogna ricacciare indietro le lacrime, c’è tanto ancora da raccontare. «Gianni è stato il mio grande amore, ma non abbiamo mai vissuto insieme – aggiunge con nostalgia – Ogni giorno ci sceglievamo. Lui aveva già un figlio ed era vedovo, io invece non ho mai avuto figli e non sono mai stata sposata. Per me la mia famiglia è sempre stata quella di mio fratello, qui a Milano2. Anche lui è mancato, ma oggi ho l’affetto dei miei nipoti che per me sono come dei figli e dei loro bambini». Un legame profondo, fatto di quotidianità e affetto. «Ho sempre fatto un lavoro un po’ anomalo – racconta – che mi portava ad avere orari strani, ma quando c’ero, ero dai miei nipoti». 

Questo slideshow richiede JavaScript.

La carriera di cantante

Il suo lavoro “atipico” è quello di cantante: Wilma De Angelis inizia giovanissima negli anni ‘50, partecipa per cinque edizioni di fila a Sanremo e diventa “Miss Patatina” dal titolo di uno dei suoi più grandi successi. Conduce programmi, prende parte a miriadi di spettacoli, fa tournée in tutto il mondo finché a fine anni ‘70 arriva un momento di calo. «Come cantanti della “vecchia guardia” ci consideravano da rottamare», scherza Wilma.

La seconda vita “ai fornelli”

Finché incontra Paolo Limiti che le offre di condurre un programma di cucina. «Io non sapevo cucinare, ma avrei fatto qualsiasi cosa per lavorare e tornare in tv», dice con sincerità. Da lì inizia la seconda vita di Wilma De Angelis che per 18 anni conduce Telemenù su Telemontecarlo: un successo strepitoso. «Sono stati anni molto intensi – racconta – in cui ho “invitato a pranzo” tutti i personaggi dello spettacolo e in cui, per forza di cose, ho imparato a cucinare… Alla sera il pensiero era sempre per i miei nipoti e tutti i piatti che preparavo in tv li portavo a loro».

Un unico rimpianto

E ora, resta qualche rimpianto? «L’unico rimpianto che ho è di non aver preso casa a Milano2, ma essere rimasta a Milano. Ora mi sentirei meno isolata e più vicina ai miei amati  nipoti e allo Sporting».

Be the first to comment on "Da Sanremo alle ricette in tv, i 94 anni di Wilma De Angelis"