Milan Club Segrate prepara la sua stagione: feste, campioni e un “derby” speciale

Gli undici membri della "squadra" del Milan Club Segrate (Foto Piovani)

Il programma del nuovo direttivo del Milan Club Segrate guidato da Bruno Ghidini

La Segrate rossonera è pronta a vivere un 2024 da protagonista, fatto di iniziative e incontri, di appuntamenti e progetti. Il rinnovo del direttivo del Milan Club Segrate intitolato al compianto Giovanni Lodetti, mancato il 22 settembre scorso, è l’occasione per fare il punto degli obiettivi individuati dal presidente Bruno Ghidini e dalla sua squadra.

Nella foto sopra: in piedi (da sinistra) Giacomo Izzo, Vincenzo Di Corato, il tesoriere Oreste Corti, Angelo Orazi e Antonio Piovani; seduti (da sinistra) Edoardo Faranda, il vicepresidente Guido Pedroni, Marina Lovotti, il presidente Bruno Ghidini, la segretaria Paola Colombo e Andrea Del Corno

Si va dal classico… pellegrinaggio a Casa Milan per la visita al museo rossonero, tradizione da riprendere dopo gli anni difficili della pandemia, alle feste cittadine, in particolare quella di San Vittore a maggio e quella di inizio settembre, alle quali il punto di riferimento del tifo milanista in città prenderà parte con tanto di gazebo e campagna di tesseramento. Ma c’è tanto altro.

«Stiamo organizzando un torneo di calcio balilla tra milanisti e interisti – rivela Ghidini – una sorta di derby da giocare a modo nostro». E per chi vorrà essere ancora più connotato, magari sulle spiagge delle vacanze estive, ecco un gadget “griffato”: un asciugamano con il logo del Milan Club Segrate.

Infine, il sogno che il direttivo intende realizzare nell’arco di quest’anno. L’idea è quella di portare in città alcuni campioni del passato della storia rossonera per un evento conviviale a loro dedicato. «Stiamo prendendo contatti con alcune figure chiave del Milan che fu – assicura il presidente Ghidini – e speriamo di riuscire a proporre un parterre di ospiti davvero importante». Il tutto sempre nel nome del “Basléta”, così tutti chiamavano Giovanni “Giuanin” Lodetti da Caselle Lurani. Un legame, quello tra Ghidini e il campione, che ha portato spesso Lodetti in città e che il Milan Club intende ricordare il 22 settembre, quando una delegazione sarà nel paese del lodigiano dove riposa. 

Be the first to comment on "Milan Club Segrate prepara la sua stagione: feste, campioni e un “derby” speciale"