La carica dei 9mila del “Mercatino dei segratesi e dintorni”, è boom dell’usato… social

Il gruppo Facebook del Mercatino dei segratesi, fondato nel 2014, ha raggiunto quasi 10mila iscritti

Se pensate che l’usato sia roba da bancarella: vecchia, polverosa e magari pure un po’ malandata, bè, non siete frequentatori di siti o di negozi che si occupano solo di questo. Basta infatti un rapido giro reale o virtuale in un “mercatino” per capire che sotto la voce “usato” si apre un mondo di oggetti di ogni genere, in ottimo stato se non addirittura nuovi e mai utilizzati. Un mondo in cui ogni giorno migliaia di persone mettono in vendita tutto ciò che non usano più, o che hanno comprato per errore, o che hanno ricevuto in regalo, e ancora più persone cercano ciò che gli serve sperando di portare a casa un affare o più semplicemente di risparmiare qualcosa. Per capire la vastità del fenomeno basti pensare che si stima che il mercato dell’usato valga 21 miliardi di euro e che nel 2018 il commercio dell’auto usata abbia superato in volume quello del nuovo.

Testimoni di questo boom su scala locale sono gli amministratori di un mercatino tutto segratese che si trova solo online su Facebook. Si chiama “Il mercatino dei segratesi e dintorni” ed è un gruppo cha ha raggiunto i 9.300 iscritti. Partito 4 anni fa da un’idea di Graziano Paggi, operaio segratese di 40 anni, oggi è gestito dal suo fondatore insieme ad altre tre persone, tutte segratesi e tutte assolutamente volontarie. “Non ci guadagniamo nulla – ci spiega Graziano – anzi spendiamo parecchio del nostro tempo, ma crediamo di fare qualcosa di utile per tutti i segratesi e per noi è una sorta di hobby”. Ogni giorno lo staff del Mercatino riceve decine e decine di annunci che attendono la loro approvazione per venire pubblicati sulla pagina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“C’è davvero di tutto – ci spiega Ines Rella, amministratrice del gruppo – e si possono fare buoni affari. Io ad esempio ho comprato parecchi libri per la scuola delle mie figlie a prezzi davvero stracciati”. Libri, arredamento, abbigliamento, accessori… ma quali sono gli oggetti più “scambiati”? “Mah, difficile dirlo – risponde Ines – forse l’oggettistica per bambini”. “Sì, ma le persone mettono in vendita davvero tutto – commenta Graziano – dalle mutande usate in su…”. L’oggetto più strano che avete ospitato in bacheca? “Beh, ci è capitato che una ragazza volesse vendere… se stessa – ci racconta Ines – ma ovviamente non abbiamo approvato il suo post”.

Be the first to comment on "La carica dei 9mila del “Mercatino dei segratesi e dintorni”, è boom dell’usato… social"