Urbex Squad, da Segrate a Chernobyl: «Così facciamo rivivere i luoghi abbandonati»

Alcuni dei fotografi del progetto collettivo Urbex Squad in una villa abbandonata

«Con le nostre foto, i nostri video, cerchiamo di far rivivere i luoghi abbandonati, dimenticati. Funziona come una sorta di macchina del tempo: i dettagli, un oggetto o una stanza raccontano storie, vite. E noi siamo lì a immortalarle, a fissarle nella memoria prima che spariscano per sempre».

Per continuare a leggere l'articolo gratuitamente iscriviti alla nostra newsletter.

  

Be the first to comment on "Urbex Squad, da Segrate a Chernobyl: «Così facciamo rivivere i luoghi abbandonati»"