Pd Segrate verso il congresso. Il segretario uscente Francesco Di Chio: «Occasione di rilancio»

Il segretario uscente Francesco Di Chio, guida il Pd di Segrate dal 2018

«Un’opportunità per ripartire, per rilanciare l’attività del partito anche a Segrate, per tornare a confrontarsi finalmente di persona e discutere di futuro con fiducia e speranza». È il “claim” scelto da Francesco Di Chio, vicesindaco e segretario uscente del circolo del Partito democratico, che ha convocato per domenica 30 maggio il congresso cittadino degli iscritti, chiamati anche a scegliere i nuovi vertici locali dopo le dimissioni di Di Chio annunciate alla fine del 2020 ma rimaste “congelate” a causa della pandemia.

I militanti dem si troveranno nel grande cortile di via Grandi, storica sede del partito, e – adeguatamente distanziati – faranno il punto sui temi politici nazionali e sopratutto locali. A partire ovviamente dalla pandemia, che ha ridotto a poche occasioni (virtuali) le opportunità di partecipazione politica. Un anno difficilissimo arrivato a chiudere un triennio, quello della segreteria Di Chio, non privo di turbolenze. «Abbiamo vissuto diverse fasi congressuali e la scissione di Italia Viva che a Segrate ha portato all’uscita di molte persone dal circolo – racconta il vicesindaco, che guida il partito dal 2018 – ci siamo concentrati sull’attività amministrativa e credo che il risultato elettorale abbia premiato la nostra visione di sviluppo della città». Le Comunali hanno però visto un ridimensionamento del Pd a vantaggio della Lista del sindaco… «Si tratta di una scelta condivisa, non di una sconfitta – dice Di Chio – siamo felici dell’ingresso di molti giovani in Consiglio, anche tra i nostri banchi, e abbiamo rinforzato la nostra presenza in giunta confermandoci punto di riferimento della coalizione di governo cittadino».

Come sta il partito in città? «Nel 2018 abbiamo rilanciato il coordinamento con tanti volti nuovi, gli iscritti erano cresciuti a oltre cento ma poi la scissione dei renziani e il Covid hanno ridimensionato un po’ i numeri. Nel 2019 abbiamo anche riportato a Segrate la Festa dell’Unità, poi fermata dalla pandemia. Il 23 maggio saremo con un gazebo al Centroparco per ripartire con il tesseramento, sono convinto che la partecipazione tornerà assieme a nuovi iscritti». Quali sono le linee guida del Pd a livello locale? «Sono quelle del programma elettorale del sindaco, in cui abbiamo portato le nostre idee di una città sempre più sostenibile, verde, attenta alla mobilità e all’emergenza climatica – elenca l’attuale assessore all’Urbanistica – penso ad esempio al Chilometro verde per il futuro della Cassanese e all’arrivo del metrò, entrambi progetti lanciati dal Pd».

Per la successione alla segreteria, secondo i rumors, ci sarebbe al momento il nome di Bruno Barsanti, ex capogruppo in Consiglio comunale dal 2015 al 2020.

Be the first to comment on "Pd Segrate verso il congresso. Il segretario uscente Francesco Di Chio: «Occasione di rilancio»"