Tamponi, boom di richieste nelle farmacie di Segrate. Zucca: “Triplicati i turni”

Esecuzione di un tampone rapido antigenico alla farmacia comunale di via Cassanese

Da domani scatta l’obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori. Farmacie prese d’assalto da chi non è vaccinato per poter effettuare il test antigenico

“Abbiamo dovuto lavorare di notte per poter offrire più linee per i tamponi”. La testimonianza arriva da Sara Zucca, titolare dell’omonima farmacia in centro a Segrate. Qui da mesi vengono effettuati i tamponi rapidi, ma è solo negli ultimi giorni – da quando è stato ufficializzato l’obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre – che si è scatenato un vero e proprio boom di prenotazioni, tanto da dover correre ai ripari. Chi infatti non è vaccinato deve sottoporsi al test per poter ottenere il Green Pass (valido in questo caso solo 48 ore).

“Abbiamo rivoluzionato la sala adibita ai tamponi – spiega la Zucca – triplicando di fatto la disponibilità. Prima eseguivamo un test ogni quarto d’ora, ora ne facciamo 3 nello stesso tempo. Abbiamo realizzato dei box dedicati e percorsi appositi in modo da garantire la massima sicurezza. Nonostante l’aumento delle forze i nostri calendari sono pieni – conclude”.

Controllando l’agenda sul sito resta qualche disponibilità a partire dal 20 ottobre, che probabilmente si saturerà presto. Stessa cosa alla farmacia comunale di Lavanderie, altra sede dove poter effettuare i tamponi a Segrate, dove le disponibilità partono, al momento, dal 21 ottobre.

In entrambi i posti i prezzi sono calmierati: 15 euro gli adulti e 8 i bambini.

Be the first to comment on "Tamponi, boom di richieste nelle farmacie di Segrate. Zucca: “Triplicati i turni”"