Addio a Giorgino, custode e “anima” del Palazzetto

Giorgio Angelelli, per tutti "Giorgino", deceduto a 90 anni il 17 agosto

Se ne è andato uno dei volti più amati e conosciuti di Segrate: Giorgio Angelelli, per tutti “Giorgino”, il custode della Palestra comunale di via XXV Aprile. Giorgino aveva 90 anni, di origini umbre, abitava da molti anni a Redecesio e da una vita, dai primi anni ’80, era colui che sorvegliava l’ingresso al “Palestrone”. Collaboratore delle varie società sportive che hanno avuto in gestione l’impianto tra cui l’Olimpia Segrate, negli ultimi anni, nonostante la sua età, lavorava ancora per Acquamarina Sport & Life, garantendo sempre la sua presenza al mattino e al pomeriggio, ogni qualvolta nel centro sportivo si tenevano corsi o allenamenti. «Il Palestrone era in pratica una parte della sua vita – ci confida il nipote, Graziano Paggi – Era solo, vedovo e con un figlio lontano, per lui quel lavoro era tutto».

Lo striscione realizzato dai Supporter Segrate apparso all’esterno del Palazzetto dello Sport

La sua dedizione, la sua presenza nel tempo, ma soprattutto il suo modo di fare umanamente accogliente, lo hanno fatto amare a generazione di segratesi che sono passati dalla “sua” porta. A ricordarlo con parole commosse sono soprattutto la dirigenza e gli ultras del Volley Segrate, società che nel palazzetto ha casa.

«Era il Re incontrastato del Palazzetto da oltre vent’anni – si legge nel post pubblicato sulla pagina ufficiale della Società Sportiva. Ben voluto da tutti, sempre pronto, in dialetto umbro, a fare qualche ‘rimbrotto’ ma, subito dopo, a fare una risata… Stavamo ore ore ad ascoltare i tuoi ricordi pallavolistici – continua il post – ti ricordavi tutto: nomi e cognomi di allenatori, giocatori, dirigenti. Ci mancherai tantissimo ma sappiamo che sarai sempre da lassù a vegliare sul tuo Palazzetto…».

Da ieri, martedì 20 agosto, campeggia all’esterno della struttura uno striscione a sua memoria realizzato dai Supporters Segrate 2007, che nonostante lo scioglimento del gruppo di qualche anno fa si sono ritrovati una volta appresa la notizia per rendere omaggio a “Giorgino”. E che non vogliono fermarsi qui. “Stiamo pensando di organizzare una raccolta di firme – ci racconta Mirko Ghilardi, capo degli ultra – vorremmo che il Palazetto venisse dedicato a lui“.

Il funerale si terrà giovedì 5 settembre alle 10,45 nella chiesa di Redecesio e siamo sicuri che saranno in molti a portargli l’ultimo saluto, un simbolico abbraccio di una intera città.

Be the first to comment on "Addio a Giorgino, custode e “anima” del Palazzetto"