Terry Schiavo, debutto da candidata sindaco: «Centrodestra unito per dare una svolta a Segrate»

Da sinistra l'europarlamentare leghista Silvia Sardone, la candidata sindaco Terry Schiavo e Roberto Viganò, segretario locale del Carroccio

«Nonostante la pioggia sono stati tanti i cittadini che hanno voluto incontrarci e chiederci una svolta, perché Segrate deve tornare a livelli di competitività, efficienza e innovazione che le competono, visto che in questi cinque anni la città è stata lasciata andare per molti versi». Commenta così la sua prima uscita pubblica Terry Schiavo, candidata sindaco della Lega per le elezioni comunali 2020. Il debutto è stato domenica 24 novembre, a pochi giorni dall’investitura ufficiale da parte del partito. Schiavo, assieme ai salviniani locali, ha incontrato i cittadini presso un gazebo allestito nella zona dell’ex tempietto, la piazzetta tra via Roma e via 25 Aprile. Con loro, ospiti alcuni grossi calibri della Lega milanese e regionale: l’europarlamentare Silvia Sardone (con il marito, il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano) e il consigliere regionale Max Bastoni. Nomi di spicco che puntellano la candidatura espressa dei leghisti mentre sono ancora in corso in città le trattative per trovare l’intesa con gli altri partiti del centrodestra classico, tra cui Forza Italia che aveva messo sul tavolo la possibilità di esprimere un proprio nome per la corsa a sindaco.

IL MESSAGGIO AGLI ALLEATI: LA FORMULA VINCENTE È QUELLA DEL CENTRODESTRA UNITO

«A Segrate c’è un’amministrazione comunale che è espressione di una parte politica anti-italiana, che aumenta le tasse al governo come nei Comuni», ha detto la candidata sindaco Terry Schiavo. Lanciando un messaggio agli alleati “naturali” per chiudere la partita sull’alleanza segratese. «Il Centrodestra è la coalizione vincente  – ha detto Schiavo – Ringrazio Silvia Sardone, Roberto Di Stefano e Massimiliano Bastoni per aver partecipato al gazebo di ieri, è stata una sorpresa ma anche la prova che il lavoro paga e viene riconosciuto: auspichiamo che siano solo i primi a prendere parte alla campagna elettorale per riconquistare Segrate, spero che siano in tanti a farlo e non solo della Lega, ma anche di Forza Italia e Fratelli d’Italia una volta trovato l’accordo. Ribadisco: la formula vincente è quella del Centrodestra unito».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Be the first to comment on "Terry Schiavo, debutto da candidata sindaco: «Centrodestra unito per dare una svolta a Segrate»"